Sesso lesbico con quella troia di mia cugina

Come tutti gli anni incontravo mia cugina Paola a casa dei nonni, al mare, durante le vacanze estive. Anche lei, studentessa come me, ma di qualche anno più grande. Certo non me la sarei mai immaginata cosi porca e perversa, quel pomeriggio mi rivelò la sua vera natura.

Ci trovavamo nella nostra cameretta, entrambe distese sul letto, e chiaccheravamo. Eravamo appena tornate dalla spiaggia e prima di andare a fare la doccia ci siamo fermate a parlare. Ad un tratto mia cugina mi slaccia il regisseno e mi dice:  “Sai Anna, che hai delle tette meravigliose!”

Restai così, imbarazzata, non era certo la prima volta che mia cugina mi vedeva le tette. Da piccole tante volte facevamo la doccia insieme… questa volta però il suo sguardo era inequivocabile, voleva scopare con me, e non faceva niente per nascondere le sue intenzioni.

Decisi quindi di stare al gioco,  “Sta scherzando” pensavo tra me e me, ” vediamo fin dove vuole arrivare questa piccola puttanella”.  Le aventure sessuali di mia cugina troia, le sue scopate, tutte le sue pazzie, le conoscevo molto bene, in quanto sua confidente.  Ed ecco che quella svergognata comincia ad accarezzarmi ed a succhiarmi i capezzoli.
Ad un tratto si ferma e mi dice:  “Togliti le mutande piccola porca che ti voglio leccare la topa fino a farti provare un orgasmo come non hai mai avuto”. Ero stupita, ma decisi di andar avanti con il suo gioco.  “Un orgasmo?  Chi sa se è come si dice, chissà se è come quando faccio la doccia con il getto dell`acqua che mi entra nella figa facendomi impazzire”.

In quel periodo era ancora vergine, e mia cugina lo sapeva, ma il suo sguardo dolce mi tranquilizzò subito. “Vedrai, sarà molto dolce, consideralo un anticipo per quando incontrerai un cazzone vero, e vedrai che quel giorno mi ringrazierai” .

Mia cugina chiude la porta a chiave e si spoglia, bisognava ammetterlo, era proprio una bella fighetta, una quarta di reggiseno, un culetto sodo e ben  fatto, e poi guardando in basso vidi la sua fighetta, era tutta rasata e depilata.

Wow!! guardai un poco imbarazzata la mia, “che figa pelosa che ho” pensai in quel momento, ma lei sembrava leggermi nel pensiero, mi disse di non preoccuparmi, andò in bagno e tornò con un rasoio e dopo 5 minuti anche la mia micia era come la sua, rasata e candida come quella di una bambina.

“Così è molto più bella” Paola si mise a ridere e mi disse con voce molto sexy: “Vedrai che per una bella leccata è meglio una figa rasata”. Si mise in ginocchio davanti a me e cominciò ad accarezzarmi la passera. Poi inizio a baciarmela, e poi finalmente cominciai a sentire la sua lingua che si insinuava dolcemente nella mia fessura, mentre cominciavo a sentire fort brividi nello stomaco.

La mia fighetta cominciò a scaldarsi e a inumidirsi. Avevo gli occhi chiusi ed ero attorpita dal piacere. La lingua di Paola era molto esperta, chissà quanti cazzi aveva leccato, ma a me non importava niente, solo che in quel momento stava leccando la mia micia, e lo stava facendo molto bene, mi stava facendo godere, con la lingua e con le dita che mi accarezzavano dolcemente il clitoride.

Ad un certo momento sentì una rigonfiamento che lei continua ad accarezzare ed a leccare dolcemente. “Questo è il tuo punto G” mi disse, “E con questo sei a posto, chi te lo trova ha trovato un tesoro”.  Ma in quel momento era lei il mio tesoro, la mia cuginetta troia che con le mani, la bocca e la lingua mi stava facendo impazzire dalla goduria.

Ad un certo punto non riuscii più a trattenermi, tutto il mio corpo sussultava, la mia figa la cercava, cercava la sua lingua magica e lo voleva dentro di se, dentro e fuori fino all’esplosione finale. Che bello!!! Lo ricordo come fosse ieri. Il mio primo vero orgasmo. Guardai la faccia di Paola e la vidi bagnata con un espressione felice in volto. “Adesso tocca a te, devi farmi tutto quello che ti ho fatto io, ma stai tranquilla, che non lo farai da sola, per te non finisce qui”

Mi prese e mi mise smorzacandela con la faccia sulla sua figa e lei nella mia in un fantastico 69.  Ci siamo leccate da matte per ore, avanti e indietro, portandomi esplosioni di piacere come non avevo mai provato. E’ stata questa la magia del sesso con la mia cuginetta troia, una vera principessa del sesso, e fu così il mio primo orgasmo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.